BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AUNG SAN SUU KYI/ La leader birmana sarà liberata il 7 novembre, per votare alle legislative

AungSanSuuKyiR375_120809.jpg (Foto)

Intanto, all’Onu, nei giorni scorsi è stata dedicata una riunione al caso Birmania, e alla «necessità di un processo elettorale più trasparente e al quale tutti possano partecipare». Il segretario generale Ban Ki-moon, in particolare, aveva rivelato che i partecipanti alla riunione avevano chiesto l’adozione di misure per la liberazione di prigionieri politici. Tra questi, specialmente per Aung San Suu Kyi. «Questo è essenziale, perché le elezioni possano essere considerate credibili e per contribuire alla stabilità e allo sviluppo della Birmania», aveva commentato Ban Ki-moon

© Riproduzione Riservata.