BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SAKINEH/ La donna iraniana condannata alla lapidazione potrebbe essere giustiziata venerdì o domenica

La donna iraniana condannata alla lapidazione potrebbe essere giustiziata questo venerdì o domenica prossima

Sakineh, la donna iraniana condannata alla lapidazione Sakineh, la donna iraniana condannata alla lapidazione

Sakineh potrebbe essere giustiziata venerdì, al termine del ramadan islamico. Lo denuncia detto il filosofo francese, Bernard Levy. Cresce la preoccupazione nel mondo per la sorte della donna condannata a morte per lapidazione per adulterio. Sakineh ha già ricevuto due serie di 99 frustate ciascuna, l’ultima delle quali per una foto pubblicata su alcuni giornali occidentali in cui appariva senza velo.

La donna ha detto che quella ripresa nella foto non era neanche lei. Le raccolte di firme in tutto il mondo intanto proseguono senza sosta, così come gli interventi autorevoli, tra cui anche quello della Santa Sede. L’esecuzione di Sakineh potrebbe essere l'evento di chiusura del mese di Ramadam, l'Eid al-Fitr. Nel giorno dell'Eid, il primo giorno del mese successivo a quello del Ramadan che potrebbe cadere il 9 o il 10 settembre (si aspetta la serata di mercoledì 8 settembre, quando in base alla Luna le autorità dell'Arabia Saudita annunceranno la fine del mese di digiuno) i fedeli islamici si riuniscono in preghiera. Il figlio della donna avrebbe raccolto le parole di un responsabile della prigione che avrebbe detto alla madre che la sua esecuzione è prevista per domenica prossima alle 6.