BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ "Vi racconto come ho fermato Obama sulle staminali embrionali"

Pubblicazione:

Il presidente Usa Barack Obama  Il presidente Usa Barack Obama

E’ un avvocato cattolico italo-americano l’artefice della sconfitta di Barack Obama sul fronte dei finanziamenti alle ricerche sulle staminali embrionali. Si chiama Piero Tozzi ed è il legale dell’Alliance Defense Fund (Adf), una delle associazioni che ha osato sfidare sul piano legale il potere del presidente americano. Rispetto al suo predecessore George W. Bush, Obama aveva deciso di triplicare il numero di linee cellulari embrionali sulle quali è possibile svolgere esperimenti scientifici con i fondi pubblici. Ma il 23 agosto scorso un tribunale distrettuale Usa ha deciso di bloccare il finanziamento federale alla ricerca sulle cellule staminali provenienti da embrioni umani, assestando un duro colpo alle nuove linee guida dell'amministrazione Obama su un tema eticamente sensibile.


Il giudice Royce Lamberth ha dato ragione ai medici che hanno fatto ricorso contro il governo federale, in quanto la legge Usa vieta l’utilizzo di fondi pubblici per la ricerca se gli embrioni sono distrutti. La battaglia legale però non è ancora vinta definitivamente, dal momento che l’amministrazione Obama ha annunciato che presenterà appello contro la decisione del giudice. Piero Tozzi ha però accettato di fare il punto su una questione che, prima della sua conclusione, non mancherà di riservare altre sorprese.


Come siete riusciti a vincere questa prima battaglia contro Obama sul difficile campo delle cellule staminali?

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE L’INTERVISTA
 


  PAG. SUCC. >


COMMENTI
09/09/2010 - Capecchi (Christian Pioltelli)

STAMINALI:CAPECCHI, UN ERRORE BLOCCARE RICERCA SU EMBRIONALI (ANSA) - ROMA, 08 SET - L'uso delle staminali embrionali verra' presto superato, ma nel frattempo le ricerche devono continuare. Lo ha affermato il premio Nobel per la medicina Mario Capecchi, commentando lo stop ai fondi pubblici per queste ricerche ribadito ieri da un giudice Usa. "Io credo sempre che inibire la ricerca sia un errore - ha affermato l'esperto a margine di una lezione all'universita' Cattolica di Roma - Le cellule staminali embrionali sono un perfetto esempio e rappresentano un problema etico reale. Ma, d'altra parte, grazie alla ricerca, la scienza e' riuscita a creare staminali da cellule normali, come quelle della pelle. Se questo tipo di ricerca fosse stata impedita, non si sarebbe mai arrivati a questo importante risultato e il dilemma etico non si sarebbe potuto risolvere". Secondo Capecchi l'uso delle cellule 'riprogrammate' sostituira' in futuro quello delle staminali: "La mia sensazione e' che i due tipi di cellule siano uguali - ha spiegato - ma prima di sapere se e' cosi' bisogna confrontarle. Prima bisogna avere questi risultati, e poi decidere se abbandonare le embrionali".

RISPOSTA:

Resta il fatto che in molti Paesi, come Gran Bretagna e Corea del Sud, la legge non pone nessun vincolo alla ricerca sulle staminali embrionali. Eppure finora da questi studi non è arrivato un solo risultato utile per la medicina, a differenza di quelli sulle staminali adulte. Pietro Vernizzi