BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

IL CASO/ "Vi racconto come ho fermato Obama sulle staminali embrionali"

Il presidente Usa Barack ObamaIl presidente Usa Barack Obama

Da un punto di vista scientifico, le ricerche sulle cellule staminali adulte hanno già dimostrato di avere successo. In particolare sono state applicate per sviluppare nuove trachee per i malati di cancro e per guarire le lesioni al midollo spinale, senza i problemi negativi sul piano etico che circondano le ricerche sulle cellule staminali che distruggono gli embrioni.


La motivazione economica è collegata a quelle scientifiche e morali. Le terapie esistenti basate sulle cellule staminali adulte sono usate ogni giorno e a costi relativamente bassi - pari a 25mila dollari per alcuni trattamenti. Una cifra che andrebbe comparata con il costo delle ricerche per terapie i cui risultati sono ancora da provare, come quelle basate sugli embrioni. Ragionando in termini puramente economici, perché il governo dovrebbe finanziare progetti dal costo elevato che devono ancora portare dei frutti, quando esiste un’alternativa etica - utilizzare cellule staminali adulte - che sta già funzionando?
 

E’ evidente quindi che i problemi scientifici, morali ed economici sono correlati, e che sono tutte valide basi per opporsi alle normative dell’amministrazione Obama, anche a prescindere da quanto già stabilito dalla legge Usa.
 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
09/09/2010 - Capecchi (Christian Pioltelli)

STAMINALI:CAPECCHI, UN ERRORE BLOCCARE RICERCA SU EMBRIONALI (ANSA) - ROMA, 08 SET - L'uso delle staminali embrionali verra' presto superato, ma nel frattempo le ricerche devono continuare. Lo ha affermato il premio Nobel per la medicina Mario Capecchi, commentando lo stop ai fondi pubblici per queste ricerche ribadito ieri da un giudice Usa. "Io credo sempre che inibire la ricerca sia un errore - ha affermato l'esperto a margine di una lezione all'universita' Cattolica di Roma - Le cellule staminali embrionali sono un perfetto esempio e rappresentano un problema etico reale. Ma, d'altra parte, grazie alla ricerca, la scienza e' riuscita a creare staminali da cellule normali, come quelle della pelle. Se questo tipo di ricerca fosse stata impedita, non si sarebbe mai arrivati a questo importante risultato e il dilemma etico non si sarebbe potuto risolvere". Secondo Capecchi l'uso delle cellule 'riprogrammate' sostituira' in futuro quello delle staminali: "La mia sensazione e' che i due tipi di cellule siano uguali - ha spiegato - ma prima di sapere se e' cosi' bisogna confrontarle. Prima bisogna avere questi risultati, e poi decidere se abbandonare le embrionali".

RISPOSTA:

Resta il fatto che in molti Paesi, come Gran Bretagna e Corea del Sud, la legge non pone nessun vincolo alla ricerca sulle staminali embrionali. Eppure finora da questi studi non è arrivato un solo risultato utile per la medicina, a differenza di quelli sulle staminali adulte. Pietro Vernizzi