BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

UNIONE EUROPEA/ Romania e Bulgaria fuori da Shengen. Danno enorme per le imprese venete

Romania e Bulgaria potrebbero essere definitivamente estromessi dal trattato di libera circolazione di Schengen

Euro_Bce_CerchioR400.jpg (Foto)

Romania e Bulgaria potrebbero essere definitivamente estromessi dal trattato di libera circolazione di Schengen

A Romania e Bulgaria potrebbe essere definitivamente negato l’accesso all’accordo di Schengen, il trattato di libera circolazione, adozione di norme comuni alle frontiere e di cooperazione tra le forze dell’ordine nell’ambito dell’Unione europea. Ne fanno parte, oltre a 28 Stati membri, Islanda, Svizzera e Norvegia, mentre Regno Unito e Irlanda ne sono fuori.

Ad osteggiare fortemente l’entrata dei due Paesi, l’asse franco-tedesco che, nonostante la mediazione dell’Ungheria, di turno alla presidenza dell’Ue, ha fatto sì che la decisione fosse rinviata ad ottobre. A far propendere Francia e Germania per il rifiuto, problemi giuridici e di polizia, oltre al fatto che la situazione ai confini della Bulgaria con la Turchia non garantisce una barriera efficace all’immigrazione clandestina.



CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO