BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SUDAN/ Scontata la vittoria dei sì all’indipendenza del Sud del paese

Sudanesi si recano a votare al referendum per l'indipendenza del Sud Sudanesi si recano a votare al referendum per l'indipendenza del Sud



''Se dovessi riassumere lo svolgimento del referendum, potrei dire che ha avuto uno svolgimento libero e pacifico e che l'affluenza e' stata travolgente'', ha spiegato nel corso di una conferenza stampa a Khartoum.. Elicotteri delle Nazioni Unite hanno fatto la spola nei paesi più sperduti della vasta regione per prelevare le schede dei voti, visto che ha solo 40 chilometri di strade asfaltate, in una regione grande come Francia e Belgio messi assieme, è asfaltata.

E la certezza che la vittoria andrà a chi ha votato per l’indipendenza è tale, che si attende il ritorno a casa di circa 600mila sudanesi del Sud scappati altrove per la terribile guerra civile che ha devastato la nazione per decenni. Intanto, in queste ultime settimane ne sono già arrivati circa 180mila.

L’INDIPENDENZA – Da un punto di vista tecnico, se la vittoria dei sì ai referendum sarà confermata, c’è tempo fino al 9 luglio per la dichiarazione di indipendenza. Jimmy Carter, qui presente come osservatore internazionale delle Nazioni Unite, ha dichiarato di aspettarsi che il Nord Sudan riconosca “immediatamente l’indipendenza del Sud”. “Da quanto abbiamo già potuto scrutinare” ha aggiunto “abbiamo visto che il 90% dei votanti ha scelto il sì, e ci aspettiamo che questo trend venga confermato nel restante dei casi”. Il quorum richiesto per la validità del referendum era infatti del 60% degli aventi diritto al voto.