BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LONDRA/ Studenti pianificano su Facebook l’omicidio con la spada Samurai

Pubblicazione:domenica 30 gennaio 2011

La spada samurai La spada samurai

Una banda di 20 studenti inglesi ha pianificato su Facebook l’omicidio di un 15enne. Dopo avergli dato la caccia, lo hanno pugnalato a morte con nove coltellate all’ora di punta in una delle stazioni ferroviarie più frequentate di Londra.


SPADE DA SAMURAI E PUGNALI - La vittima, Sofyen Belamouadden, è stato assalito dal gruppo di teenager, molti dei quali solamente 14enni, con spade, una sbarra d’acciaio e coltelli, incluso un set da cucina da 3,99 sterline acquistato il giorno stesso nei magazzini Argos. E tutti i dettagli del delitto sono stati organizzati accuratamente su Facebook e con i telefoni cellulari, scegliendo di portare alla stazione le spade Samurai, i coltelli a scatto e i bastoni. Come scrive il tabloid inglese Daily Telegraph, molti degli studenti coinvolti nel delitto vivevano a sud-est di Londra e studiavano al St Charles College a Ladbroke Grove, a ovest della capitale. Ogni giorno arrivavano in treno alla Victoria station all’inizio e alla fine delle lezioni.
 

IL PIANO SU FACEBOOK - Ed è stato proprio nella stazione ferroviaria che si sono scontrati con alcuni ragazzi che frequentavano la Henry Compton School di Fulham e i loro compagni delle scuole vicine. Il 24 marzo, è scoppiata una rissa tra le due bande vicino ai magazzini WHSmith nella stazione di Victoria e per interromperli è dovuto intervenire un poliziotto, ma non prima che a uno dei ragazzi del St Charles’ College uscisse sangue da naso. Un fatto banale, ma che i ragazzini hanno deciso di vendicare con inaudita ferocia. Quella stessa notte si sono connessi a Facebook, per pianificare la ritorsione, e hanno iniziato a discutere su quali armi portare alla stazione il giorno dopo. Parlato di una imminente «madness» (follia), una espressione inglese che nel linguaggio giovanile significa violenza. Uno dei ragazzi implicati nella vicenda, 16enne all’epoca dei fatti, ha chiesto agli amici su Facebook di procurarsi una lama a scatto e di acquistare un set di coltelli da Argos.
 


  PAG. SUCC. >