BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EGITTO/ Cosa sta succedendo nelle località turistiche?

Pubblicazione:

Una spiaggia di Sharm El Sheik, foto Ansa  Una spiaggia di Sharm El Sheik, foto Ansa

Ma anche loro se ne sono tornati a casa rinunciando a partire. I tour operator fanno queste proposte: spostare la data di partenza, cambiare destinazione o chiedere il rimborso. Ad aumentare la paura di incidenti e violenze proprio a Sharm El Sheik è poi la notizia - non confermata - che lo stesso presidente Mubarak si sarebbe messo al sicuro nella sua villa in loco. In Egitto attualmente ci sono ancora 20mila italiani, 8mila die quali sono dei residenti.

Gli altri sono turisti. Fortunatamente i voli dall'Egitto sono ancora regolari: Alitalia e Egypt Air si stanno preoccupando di riportare a casa tutti, e i voli arrivano a Fiumicino carichi di passeggeri. Chi rientra a casa, racconta di una situazione piuttosto diversa a quella di cui parlano i ministro Frattini e l'ambasciatore pacifico. Ad esempio 42 sacerdoti che si trovavano in pellegrinaggio in Egitto. Padre Francesco Fruscio di Barletta ha raccontato al Corriere della Sera che il loro pullman è stato assalito da alcuni dimostranti e preso a sassate, uno dei vetri è andato a pezzi. «Se siamo riusciti a raggiungere l'hotel senza conseguenze - ha aggiunto il sacerdote - è stato grazie alla nostra guida e all'autista, entrambi egiziani. Li abbiamo visti dare soldi ai manifestanti affinché ci lasciassero proseguire il viaggio. È stata una sorta di 'via Crucis': ogni 10 metri il nostro pullman veniva fermato e lasciato quindi ripartire. Grazie al Cielo, siamo riusciti a tornare in albergo, per poi partire oggi per l'Italia».

Altri turisti, appena arrivati al Cairo, sono stati bloccati all'aeroporto e impedito loro di cominciare le proprie vacanze. Alitalia ha messo a disposizione un call center al numero 06.2222. È inoltre possibile consultare l'operativo dei voli sul sito Internet www.alitalia.it alla sezione Stato del Volo. A tutti i passeggeri dei voli da e per l'Egitto coinvolti dalle modifiche è garantito il rimborso totale del biglietto, in caso di rinuncia, o la possibilità di cambiare la prenotazione o l'itinerario del volo entro il 2 febbraio.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
01/02/2011 - Commento sull'articolo (Annalisa Lanza)

Vi prego evitiamo articoli di questo genere che fanno solo scalpore e terrorismo. Il mio caso amico George è il responsabile delle guide Egiziane, abita al Cairo e ci sentiamo regolarmente. Non è successo nulla al Museo Egizio e non sono stati fatti danni di nessun tipo ne li ne in altre località turistiche, infatti le crocere sul nilo sono ancora in corso, il problema è solo il Cairo e Alessandria. Quando date notizie attenzione!!