BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

EREDITA' DI SANGUE/ Stati Uniti: uccise la suocera e quando uscirà di galera riscuoterà la sua eredità

Brandon Palladino Brandon Palladino



La sorella di Dianne però non ci sta: "E' un oltraggio" ha dichiarato Donna Larsen. "Non è una cosa giusta. Ha preso la sua vita, non può prenderne anche i soldi". Per Donna, quei soldi dovrebbero andare a qualche opera di beneficenza piuttosto che all'assassino. Palaldino dovrebbe ereditare quanto rimane dei soldi ereditati in prima istanza, e cioè circa 241mila dollari.

Circa 190mila dollari furono usati per pagare le spese legali dello stesso Brandon e altri la coppia li spese per pagarsi una crociera. Per Donna Larsen, anche la nipote era coinvolta nell'omicidio anche se fu giudicata estranea. "Lei gli ha dato le chiavi di casa di mai sorella" ha detto. "Poi tornarono sul posto prima di chiamare la polizia. Lei è stata parte del piano per coprire l'assassino. Tutto questo è uno schiaffo in faccia". Se Donna dovesse riuscire a dimostrare la colpevolezza della nipote, allora riuscirebbe a impedire all'assassino di ereditare l'eredità insanguinata.

Un caso, quello di Brandon Palladino, che ricorda quello di Ferdinando Carretta. L'uomo, nel 1989, uccise il padre, la madre e il fratello. Arrestato dieci anni dopo a Londra, dove si era trasferito, ammise davanti alle telecamere del programma Chi l'ha visto? di essere l'assassino. Arrestato, venne poi rilasciato perché dichiarato incapace di intendere e volere anche se obbligato a risiedere in una comunità psichiatrica. Carretta ha ereditato la casa dei genitori, la stessa dove si svolse la terribile strage. Non ci è mai più ritornato, non vuole tornarci a vivere, ma ogni mese riscuote l'affitto dei residenti. In pratica, prende i soldi dai genitori da lui assassinati.

© Riproduzione Riservata.