BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GERMANIA/ La città dove tutti gli abitanti sono neonazisti. Eccetto due

naziskin-R400.jpg (Foto)



Ma i Lohmeyer non se ne andranno. Hanno fatto della resistenza a Jamel lo scopo della loro vita. Ogni anno organizzano nel giardino della loro abitazione un festival rock con la sponsorizzazione del governatore socialista del Land. Durante il festival, la polizia si dispiega in forze e fino a oggi non ci sono stati incidenti. Fino a quest'anno quando i neo nazisti hanno scavalcar le cancellate e attaccato i partecipanti al festival. Sono stati respinti ma i Lohmeyer sono a rischio: la più vicina stazione di polizia è distante 12 chilometri, circa un quarto d'or in macchina attraverso i folti boschi della zona.

Jamel intanto è diventato luogo di pellegrinaggio per i neo nazisti di mezza Europa. Quando Kruger si è sposato, recentemente, ne sono arrivati a centinaia da tutta la Germania, dall'Olanda e dalla Svizzera. Il sindaco del paese ha rinunciato a ogni speranza: "Le autorità se ne fregano" dice. "I nazisti ci ridono in faccia". Kruger intanto progetta espansione. Ha comprato diverse case nei dintorni, assume per la sua ditta di demolizioni solo gente di estrema destra.

Nega di aver alcun legame con il neo nazismo. All'ingresso di Jamel nessuno ha coraggio di togliere un cartello che reca scritto: "Paese di Jamel, libero, sociale, nazionale". Il cartello indica la distanza dal paese natale di Hitler, Braunau, e da due città tedesche oggi parte di Polonia e Russia rispettivamente: Breslau, oggi Wroclaw, e Königsberg, Kaliningrad.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/01/2011 - nessuna meraviglia (attilio sangiani)

Augusto Del Noce,già negli anni '70,scriveva ed insegnava che in Italia "c'era stato " viaggio " dal fascismo militante al comunismo militante,e non solo per opportunismo. Lo "scivolo" era offerto da Gramsci e da Togliatti,con i pensatori organici del PCI. Oggi in Germania succede un viaggio all'inverso: dal comunismo al nazionalsocialismo. Per chi conosce la storia della filosofia non fa meraviglia che alcuni passino dall'Heghelismo di destra a quello di sinistra,o viceversa.Sempre di totalirismo "immanentista" si tratta ! Chi non ricorda il patto "Ribbentrop-Molotov" ? In più aggiungiamo il fatto della russificazione forzata di regioni storicamente germaniche,come quelle di Koningsberg,oggi Kaliningrad. da questa città tutta la pololazione tedesca è stata cacciata o uccisa,sostituita da nuva popolazione russa.Non c'è più nulla della Koningsberg di Kant,Eulero,Gauss,...