BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BATTISTI/ Il tribunale supremo brasiliano: no alla libertà immediata

Il tribunale federale del Brasile nega la libertà a Cesare Battisti

Foto Ansa Foto Ansa

Il tribunale supremo del Brasile ha rigettato ogni ipotesi di scarcerazione immediata dell'ex terrorista Cesare Battisti. Lo avevano chiesto i legali di Battisti dopo il no dell'ex presidente Lula alla sua estradizione in Italia.

La notizia giunge dal sito brasiliano "Terra". E' Cesar Peluzo, presidente del Supremo Tribunale Federale brasiliano a spiegare la decisione: gli avvocati dell'ex terrorista non hanno " fornito alcun elemento nuovo per sostenere che Battisti sarebbe perseguitato se fosse estradato in Italia". Peluso ha rinviato ogni decisione a Gilmar Mendes, giudice del Stf e relatore sul caso Battisti, che non potrà esprimersi fino al primo febbraio, all'apertura dell'anno giudiziario brasiliano al termine delle ferie che in Brasile cadono a gennaio.