BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO PUTIN/ Così Berlusconi e lo "zar" smascherano Scajola & Co.

Pubblicazione:lunedì 10 ottobre 2011

Vladimir Putin (Foto: ANSA) Vladimir Putin (Foto: ANSA)

In fin dei conti se Berlusconi va in Russia con un suo aereo privato a bere champagne alla festa di Putin a noi che ce ne importa? E prima ancora, con buona pace del Corriere della Sera e compagnia, a noi che ce ne deve importare? 
Non ce ne importa nulla, come pure giustamente anni fa non ci importava che il giovane D’Alema in missione a Mosca brindasse con (pessimo) spumante russo offerto a lui e ai suoi compagni di viaggio dal governo sovietico. Benché, precisiamo, pur con tutto ciò che si può dire di lui, in quanto a tirannide l’amico di Berlusconi sia un dilettante rispetto agli amici del D’Alema di quei tempi.
Con tutto questo si può forse dire che Putin sia un capo politico innocente come san Luigi re di Francia, saggio come re Salomone e asceticamente dedito alla causa come il Mahatma Gandhi? Non lo si può dire di lui, ma di chi altro si potrebbe tessere una tale lode? Resta poi il dovere e l’opportunità di un giudizio politico su Putin, che però come dicevamo non può essere soltanto su di lui in quanto tale ma anche nel suo rapporto con la Russia di oggi, che è poi in certa misura la Russia di sempre. 
E resta pure il dovere e l’opportunità di una valutazione del peso delle relazioni del governo Berlusconi con i nostri grandi fornitori di gas e di petrolio, a mio avviso troppo sbilanciate a favore della Russia rispetto a quelle che abbiamo con gli stati della riva sud del Mediterraneo e del Levante, ma questo è un altro discorso.

www.robironza.wordpress.com



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
10/10/2011 - Tirannia buona (Diego Perna)

Non sono d'accordo sulla questione della tirannia più buona dell'era Putin, Le ricordo che ai giornalisti che ne parlano male, sia dei potentati economici che del governo,che poi è lo stesso, succedono incidenti mortali e noi tutti abbiamo accettato, chissà perchè come tali. Ah forse per il gas, vedi Libia e realpolitik. Buona Giornata