BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISTIANI UCCISI/ Il portavoce dei cattolici: una strage dei militari per restare al potere

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Una scena di scontri in Egitto (Foto: ANSA)  Una scena di scontri in Egitto (Foto: ANSA)

Nulla può essere garantito. Se il governo continua a essere quello che è adesso, e quindi continua a non impegnarsi affatto per migliorare la situazione, continuando a sprecare parole senza una sola buona azione, per i cristiani egiziani ci saranno sempre dei pericoli. Speriamo quindi che con le elezioni generali di novembre, cui seguiranno quelle presidenziali, le cose per noi possano andare un po’ meglio. Lo speriamo, di più non possiamo fare, e il cristianesimo del resto riguarda sempre la speranza.

Come vede il futuro dei copti in Egitto?

Ora siamo in una fase di transizione, non vediamo in modo chiaro che cosa accadrà nel nostro futuro. Abbiamo una situazione politica dominata dalla nebbia.

Quale parlamento e quale presidente auspica per l’Egitto?

Qualsiasi parlamento e qualsiasi presidente sarebbero meglio dell’esercito. E’ meglio essere governati da dei civili, piuttosto che da carri armati, camionette militari e proiettili. Il nostro timore però è che, proprio a causa del ripetersi di numerose crisi come quella di domenica, il Consiglio militare decida di rimanere al potere più a lungo del previsto. Ed è esattamente quello che non vogliamo che accada.

In che modo la fede sta aiutando i copti di fronte alle persecuzioni che non accennano a placarsi?

Il Papa copto Shenouda ha rilasciato una dichiarazione per chiedere a tutti di digiunare per cinque giorni, fino a venerdì: è così che i cristiani rispondono a chi li perseguita.

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
11/10/2011 - C'è un potere buono in noi. (claudia mazzola)

Ogni volta che c'è una strage di cristiani, mi sento tremare per il fatto che io sono nata in un paese civile e non sapendo cosa fare chiedo ai politici di buona volontà di aiutarci qui e nel mondo, lo facciano anche per me, ve ne prego.