BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CONTRABBANDO BAMBINI/ La BBC denuncia: "Rapiti dall'Africa per rituali magici"

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Bambini rapiti e portati in Europa dalla natia Africa. Secondo una inchiesta a cura della BBC, sarebbero centinaia, in particolare provenienti dall'Uganda. I bambini rapiti vengono portati in Europa dove la ormai numerosa presenza di abitanti provenienti dai paesi africani rende necessario continuare i riti magici ed esoterici che venivano praticati in quel continente. I piccoli sono dunque sottoposti a riti che prevedono il prelievo del sangue e trattamenti violenti, condizioni di vita durissime e spesso anche la morte. In particolare, chi pratica tali riti sono i seguaci del cosiddetto juju, anche se le autorità che investigano su questo traffico e le sue conseguenze dicono che in molti casi non si arriva a pratiche violente. Sta di fatto che negli ultimi quattro anni risulterebbe, nella sola Gran Bretagna, la presenza di 40o minori rapiti e ritrovati dagli investigatori. Ma il contrabbando di bambini interessa molti altri Paesi europei dove vivono larghe comunità di emigrati dai paesi africani. Solo dall'Uganda sempre negli ultimi quattro anni sarebbero infatti scomparsi novemila bambini. E' molto facile rapire i piccoli che vivono allo sbando nelle periferie di una città come Kampala. Molti die bambini che sono stati liberati dalle forze di polizia in Inghilterra stanno collaborando a condizione di mantenere l'anonimità: hanno infatti paura di ritorsioni su di loro o sulle famiglie da parte degli aguzzini. E' poi molto difficile indagare sul luogo, in Africa, perché introno al rituale juju negli ultimi anni si è crear un autentico clima di paura. I riti del juju sono quasi sempre dedicati a pratiche di magia nera. Le autorità investigative stanno adesso cercando di coinvolgere i responsabili della comunità europea e quanti si occupano di ingresso nei Pesi europei. Ci si domanda infatti come dei minori possano venir introdotti così facilmente passando controlli e sicurezza. In questo senso l'esponente dell'Italia dei valori Giovanni D'Agata chiede si aumentino i controlli alle frontiere dei Paesi dell'Unione Europea e i controlli sull'identità dei bambini in ingresso nell'area Schengen.



© Riproduzione Riservata.