BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GHEDDAFI UCCISO/ Il corpo esposto nella cella frigorifera di una macelleria

Di fronte ad una veccia macelleria di Misurata si è creata una lunga fila di persone in coda per vedere il corpo di Gheddafi, adagiato su un materasso all’interno di una cella frigorifera

Foto Ansa Foto Ansa

Le gente vuole vedere il cadavere del Rais. Di fronte ad una veccia macelleria di Misurata si è creata una lunga fila di persone in coda per vedere il corpo di Gheddafi, adagiato su un materasso all’interno di una cella frigorifera. La sua sepoltura è stata ulteriormente rinviata, mentre i ribelli fanno sapere che non ci sarà alcuna autopsia per verificare le cause effettive della morte del dittatore. Pare, tuttavia, che sarà effettuato un esame del dna per fugare gli eventuali dubbi circa l’ipotesi che possa non trattarsi del Colonnello. Nel corso degli otto mesi di guerra, infatti, si era diffusa la notizia che si avvaleva di molti sosia. Il ragazzo che, invece, gli avrebbe inferto il colpo di grazia con un colpo di pistola non sarà processato. Anzitutto, sarebbe minorenne, e quindi non perseguibile penalmente. Inoltre, il Consiglio Nazionale di transizione è stato drastico nel liquidare la faccenda definendolo un eroe. In ogni caso, l’Onu ha avviato un’inchiesta per comprendere la dinamica dell’uccisione. La Nato, nel frattempo, fa sapere che, effettivamente, il conflitto è concluso. E che, di conseguenza, ritirerà la missione lanciata per difendere la popolazione civile da Gheddafi. Questa, almeno, era la motivazione formale con la quale una risoluzione dell’Onu aveva giustificato gli interventi aerei dell’Alleanza atlantica. Il segretario generale Anders Fogh Rasmussen ha fatto sapere che la conclusione ufficiale della missione avverrà il 31 ottobre. Le forze Nato resteranno, sino ad allora, a monitorare la situazione. Che, nel’arco di pochi mesi dovrebbe radicalmente mutare. Entro otto mesi, infatti, il Cnt ha fatto sapere che intende indire delle elezioni perché venga eletto un Consiglio nazionale con il compito di scrivere la Costituzione e dar vita ad un governo ad interim. Non si sa più,invece, che fine abbia fatto Saif, secondogenito di Gheddafi. Ieri era stata data la notizia della sua cattura. I ribelli avevano fatto sapere che era ferito in varie parti del corpo e che solo dopo averlo medicato avrebbero girato un video da diffondere in tutto il mondo.