BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALLARME FUKUSHIMA/ Ricotti: c'è una reazione in atto ma non è pericolosa

Pubblicazione:giovedì 3 novembre 2011

Fukushima, foto Ansa Fukushima, foto Ansa

C'è realmente, come sostengono alcuni dopo otto mesi, un alto livello di radiazioni intorno alla centrale di Fukushima?

Certamente in prossimità della centrale la contaminazione è elevata, tanto che per lavorare nell'area hanno usato mezzi robotici senza presenza umana, scavatori per movimentare grandi pezzi di strutture guidati non da esseri umani proprio per evitare contaminazione.

Una situazione altamente pericolosa, dunque.

Non esattamente: rimando ai dati che ciascuno può verificare sul sito dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica o sul sito agenzia di sicurezza giapponese. I livelli di radiazione oggi sono assolutamente inferiori a quanto è stato dopo l'incidente. In alcune zone stanno valutando se non sia il caso di far rientrare le persone. Oggi poi si riesce a fare una mappatura molto più precisa del territorio e si scoprono zone dove magari la nuvola ha rilasciato uno sbuffo di turbolenza maggiore e quindi una quantità di radioattività elevata. Sono i cosiddetti hot spot,  punti molto più radioattivi che vanno evidenziati e segnalati. In quelle zone va l'attenzione per una decontaminazione accurata.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.