BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IRAN/ Biloslavo: una guerra segreta dietro l'assalto all'ambasciata inglese

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

In questa guerra psicologica esterna invece ci sono dentro anche gli israeliani?

 

Certo, è continua: lasciano trapelare che fanno esercitazioni militari a largo raggio, un modo per dire ci prepariamo a bombardare l'Iran, ma in realtà l'Iran si guardano bene dal bombardarlo fino a quando almeno non ci sarà una bomba vera.

 

Una situazione senza apparente sbocco.

 

Infatti: si tira la corda da una parte e dall'altra, però tutti fanno orecchie da mercante. Gli iraniani dicono giustamente di non avere la bomba, anche se questo non esclude che la stiano facendo. Israele invece è giustamente preoccupata e dice ci prepariamo ma non bombardiamo. Infine c'è una guerra segreta in corso già da tempo.

 

Cioè?

 

Ogni tanto succedono strani incidenti, strani episodi. Due settimane fa durante un test salta per aria un esperto dei pasdaran, guarda caso. Ogni tanto uno scienziato nucleare o muore o scappa all'estero, le centrifughe iraniane vengono infettate da strani virus che non arrivano certo dal cielo e che causano uno stop ai lavori nucleari di circa un anno.

 

Che fine ha fatto l'onda verde, l'opposizione interna?

 

L'opposizione iraniana non è la primavera araba: è controllata, ha degli spazi di movimento minimi, se si permettesse di fare come in Egitto o in Libia ci sarebbe un bagno di sangue e quindi non ha grandi spazi di manovra. Anche se per motivi generazionali è destinata a lungo e medio termine a far arrivare i nodi al pettine della pseudo teocrazia iraniana, perché qualcosa dovrà cambiare.

 

L'occidente in tutto questo quadro cosa fa?

 

Quello che può fare è accudire l'opposizione interna iraniana, anche se è molto difficile stabilire contatti, ma allo stesso tempo senza chiudere completamente al regime; tranne che in episodi come quello di ieri, ovviamente. Infine, fare da cuscinetto con Israele: sono infatti convinto che se gli iraniani arriveranno alla bomba, la useranno.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.