BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

DIARIO GERUSALEMME/ Così la Custodia di Terra Santa sostiene i cristiani di Betlemme

Gerusalemme (Foto Ansa)Gerusalemme (Foto Ansa)

Gli anziani, che un tempo ricoprivano un ruolo fondamentale nella famiglia e nella società, e che si trovano ora abbandonati da uno Stato che non è in grado di accudirli, diventando una delle fasce più deboli. I frati francescani della Custodia di Terra Santa, con la campagna A Natale ritorna alle origini si propongono di sostenere gli anziani soli di Betlemme e la casa di cura gestita dalla Società Antoniana. Il supporto riguarda l’acquisto di sussidi medici e di medicinali, l’assistenza domiciliare, l’acquisto di piccoli arredi, materassi, letti e apparati medicali ed in fine programmi di fisioterapia.

Come ricorda Padre Pizzaballa, “la Terra Santa non è un luogo qualunque, è la terra che ha dato origine alla nostra fede, dove affondano le nostre radici (…). Abbiamo l’imperativo di radicarci nella testimonianza cristiana: essere con i fatti i testimoni di una speranza che non demorde di fronte all’evidenza (…). Le opere e l’impegno concreto di ciascuno di noi, la nostra testimonianza, devono dire chi siamo”.

Questo grande compito e il profondo desiderio di essere vicini alla comunità cristiana di Terra Santa è anche alla base dell’operato dell’Associazione ATS pro Terra Sancta nata proprio con l’obiettivo di sostenere la missione di preservare non solo i luoghi santi ma anche la presenza della comunità cristiana di Terra Santa, dando eco al desiderio della Custodia di Terra Santa affinchè tutti collaborino a tale importante impegno.

È il caso di L., madre di tre bambini, tradita e abbandonata dal marito e che i frati Francescani hanno sostenuto. L. non aveva nessun reddito, e non sapendo come mantenere i suoi bambini, colta dalla disperazione, ha tentato diverse volte il suicidio. Dopo essersi rivolta all’assistente sociale della parrocchia di Betlemme, le è stato offerto dapprima un piccolo aiuto economico. Ora L. lavora come segretaria, ricevendo un piccolo salario e avendo la possibilità di distrarsi uscendo dall’ambiente casalingo: un piccolo passo per ricominciare a vivere.

 

(Anna Colombi)

 

© Riproduzione Riservata.