BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SINDROME RARA/ Ragazza gallese di 18 anni uccisa dal primo bacio

Pubblicazione:venerdì 11 febbraio 2011

Foto Ansa Foto Ansa

TENTATIVO DI RIANIMARLA - Ross ha dichiarato che le palpebre della ragazza «improvvisamente hanno iniziato ad abbassarsi» e che dalla sua bocca ha cominciato a uscire della schiuma, prima che collassasse nel suo appartamento nel villaggio di Treforest, vicino alla città di Pontypridd, nel Galles del Sud. Come rivelato dallo studente, «ho telefonato a sua madre per sapere se soffrisse di epilessia. Continuava a perdere e a riprendere conoscenza». Ha quindi telefonato al 999, il numero d’emergenza in Gran Bretagna, e gli sono state fornite istruzioni telefoniche per il massaggio cardiaco dall’operatore della Welsh Ambulance Service, ma il ragazzo non è stato in grado di rianimarla.


«UNA RAGAZZA MOLTO TIMIDA» - Il detective Richie Andrews, che ha interrogato Ross, ha fatto sapere: «Jemma e Daniel hanno iniziato a chiacchierare e hanno finito per baciarsi, è possibile che fosse la prima volta che lo facevano». Il padre della teenager ha detto agli inquirenti che pensava che sua figlia e Ross fossero «solo amici», aggiungendo: «Jemma era timidissima». Gli investigatori sono inoltre venuti a sapere che la giovane era atletica e sportiva, ma era stressata per i prossimi esami in scienza dello sport e francese. Sua madre Charlotte Garwood ha dichiarato che Jemma – una nuotatrice su lunghe distanze e giocatrice di hockey – era «il ritratto della salute il minuto prima, e quello dopo mi è stata strappata via».
 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >