BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LONDRA/ Piccadilly Circus cambia volto, via il logo Sanyo dopo trent'anni

Piccadilly Circus Piccadilly Circus

Insomma, il posto perfetto per respirare l'aria della capitale inglese. "Ci troviamo a Piccadilly" è diventato un modo di dire abituale. L'origine del nome Piccadilly? Tra il Cinquecento e il Seicento andavano di moda dei colletti rigidi per i vestiti chiamati proprio "picadils". Il sarto Robert Baker divenne ricchissimo grazie a quelli da lui confezionati e su un terreno che ai tempi era abbastanza lontano dal centro di Londra, fece costruire una residenza chiamata "Piccadilly Hall".

Ed è qui che nel 1819, per decongestionare il traffico che era già diventato caotico - ancora prima dell'invenzione dell'automobile - che si decise di costruire uno snodo di tipo circolare, Piccadilly Circus. Ma Piccadilly Circus è diventata negli anni famosa anche per i grandi display pubblicitari al neon, dalle luci coloratissime e molto metropolitane. Un po' come era un tempo Piazza del Duomo, con le enormi insegne al neon sull'edificio posto di fronte al Duomo. Un edificio sul lato settentrionale della piazza è diventato quello dove negli anni si sono sovrapposti diversi grandi pubblicità al neon. Il più visibile dei quali quello della Sanyo, ditta giapponese ("sanyo" significa "tre oceani", quello Pacifico, quello indiano e l'Atlantico, cioè il mondo intero) specializzata in prodotti tecnologici ed elettrici. Dal 1978 la Sanyo ha messo sull'edificio di Piccadilly Circus la propria luminosa pubblicità al neon.