BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EGITTO/ La rivolta vista dal convento dove i musulmani studiano san Francesco

Pubblicazione:giovedì 17 febbraio 2011

Un momento di preghiera durante le proteste in Egitto (Foto Ansa) Un momento di preghiera durante le proteste in Egitto (Foto Ansa)

Venti anni fa la situazione economica era difficile, ma sostanzialmente le persone avevano tutte da mangiare. Oggi invece è sempre più frequente incontrare delle persone che non hanno nulla di cui cibarsi. Per esempio, in molti mi raccontano che restano a guardare la tv fino alle 3 di notte, per alzarsi il più tardi possibile e saltare un pasto risparmiando qualche spicciolo. E spesso arrivano nel nostro convento delle ragazze che ci chiedono di poter mangiare un panino dicendo: «Ho dimenticato da quanto tempo non ne vedo uno». Nella maggior parte dei quartieri del Cairo la gente vive così.

 

Ma questa povertà nasce anche da una certa mentalità?

 

Sì, in Egitto non appena una persona ha qualcuno sotto di sé, si sente subito padrona della sua vita. Sono diversi gli episodi che lo documentano. Un operaio che diventa piccolo imprenditore, per esempio, smette subito di lavorare e si limita a guardare i dipendenti che faticano. Per non parlare della corruzione nella vita pubblica. A Sharm el Sheik esiste una base militare con navi della Marina italiana e americana. Nel campo Usa c’era bisogno di alcune gru e le hanno fatte arrivare al porto di Alessandria d’Egitto: secondo gli accordi internazionali, queste gru non erano soggette a tasse doganali. L’ex direttore del porto si è impuntato e ha chiesto a tutti i costi il pagamento di una somma, e alla fine la marina Usa si è dovuta piegare. E quando è stata costruita la metropolitana del Cairo, la società francese ha avanzato dei materiali che intendeva lasciare nel Paese. Le autorità in cambio hanno chiesto il pagamento di una tassa, e così quelle sostanze sono finite tutte nel mar Mediterraneo.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.