BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Come mai l’Europa ha abbandonato i cristiani in Medio Oriente?

Pubblicazione:

Il Parlamento europeo (Imagoeconomica)  Il Parlamento europeo (Imagoeconomica)


È vero che di recente sia il Parlamento Europeo che l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa si erano finalmente espressi al riguardo in modo molto chiaro, ma questa ricaduta all’indietro dell’Ue, che è  comunque un ambito di governo, ha in larga misura oscurato le iniziative dei due organismi parlamentari. Ad extra il disagio è grave, ma ciononostante, come si diceva, è innanzitutto ad intra che come europei dobbiamo preoccuparci. Siccome a prescindere dall’eredità cristiana l’Europa non c’è, pretendere di censurarla equivale a spingere la nostra civiltà verso il suicidio.

La questione dunque non riguarda solo chi fa fede a quanto Cristo disse di sé, ovvero di essere non un profeta e nemmeno un maestro di vita morale bensì il figlio di Dio venuto sulla terra a salvare gli uomini. Riguarda pertanto tutti gli europei, tutti coloro che amano vivere con  la cultura, con i diritti e con le libertà con cui si vive qui da noi, anche quando credono che tutto ciò nasca  dai Lumi e dalla Rivoluzione francese, e non da un cammino molto più lungo e complesso che inizia in Giudea al tempo di Erode.

Materialmente, tecnicamente, militarmente l’Occidente è fin troppo forte. È sul piano etico-culturale che l’Europa in particolare è oggi pericolosamente fragile. Il nichilismo, il relativismo, l’ateismo volgare di massa sono una catastrofica perdita di tempo e di energie che ci si può permettere soltanto quando non si ha nulla da temere da nessuno.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >