BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIAGGI/ Giappone, una spiaggia fatta di minuscole stelle

Pubblicazione:lunedì 21 febbraio 2011

Foto: Imagoeconomica Foto: Imagoeconomica

E anche sulla spiaggia di Hishizuna non si trovano poi molte di queste conchiglie. Il momento migliore per andare a caccia di “stelle cadute” arriva dopo le tempeste, quando le onde portano a riva i gusci rimasti nascosti in fondo al mare. Nelle altre giornate sarà difficile trovare più di qualche granello a forma di stella. Gli abitanti dell’isola così hanno messo su un business per i collezionisti rimasti a manivuote: nei negozi del villaggio più vicino è possibile acquistare manciate di stelle in miniatura per alcune decine di dollari. Ma c’è anche chi va poco per il sottile. Quando arrivano sulla spiaggia i pullman dei turisti giapponesi, si assisterà alla curiosa scena della “corsa al granello”: tutti si fiondano a raccogliere quanta più sabbia possibile, sperando che nel mucchio riescano a pescare anche una stella.

 

Le folle di turisti però sono una peculiarità dei mesi estivi. Nel resto dell’anno rimangono sull’isola di Iriomote solo i duemila abitanti del posto, oltre ad una numerosa fauna di animali esotici. Non a caso il posto è noto come la “Galapagos” del Giappone. La lince di Iriomote, o Yamaneko, e una specie rara e unica al mondo. Ne sono rimasti sull’isola solo cento o duecento esemplari, che di tanto in tanto si mostrano alla vista di qualche turista fortunato. A ricordare la loro presenza, però, ci sono i molti cartelli che invitano a guidare piano per evitare di investire uno dei rarissimi mammiferi.

 

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >