BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SINGAPORE/ Un museo a forma di fiore di loto con un petalo per ogni galleria

Una coppia di fiori di loto Una coppia di fiori di loto

Per l’inaugurazione il museo mette in vetrina Genghis Khan, uno degli uomini più potenti della Mongolia del 13esimo secolo. L’esibizione rappresenta oltre 200 tesori rari mai visti fuori dalla Mongolia. L’esposizione proseguirà per due mesi prima di fare ritorno negli Stati Uniti. In vetrina ci saranno anche alcuni modelli della Macchina volante di Leonardo da Vinci, le cui opere non potevano mancare visto l’intento dichiarato di coniugare arte e scienza.

E spiccheranno anche i ritrovamenti archeologici della dinasta del nono secolo dei Tang, sia come parte della mostra «Naufragio: i tesori dei Tang e i venti monsonici», sia attraverso esibizioni che tracceranno la Via della seta. L’esperienza si estende anche fuori dal museo, con una luce e uno spettacolo acquatico che include l’utilizzo di schermi liquidi e laser vibranti e multicolori di grande potenza. Lo spettacolo, che racconta una storia sulla vita, è allestito da LaserVision e include l’utilizzo come mezzi di comunicazione di laser, schermi d’acqua giganti e altri strumenti. L’evento è accompagnato da una partitura originale del compositore e arrangiatore di Singapore, Iskandar Ismail.

Il fondatore e amministratore delegato di LaserVision, Paul S. McCloskey, ha dichiarato che è uno spettacolo ideato per essere onnicomprensivo e per evocare emozioni nel pubblico: «E’ uno show con una canzone. E quindi sì, è spettacolare, ma è anche pensato per farti desiderare di stringere la mano al tuo partner, o se siete da soli, al partner di qualcun altro». Lo spettacolo gratuito di 13 minuti, chiamato «Wonder Full» («pieno di stupore», ma anche «meraviglioso»), si terrà in orario notturno.


(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.