BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIBIA/ Napolitano: immigrati, serve la solidarietà di tutta l’Europa

Pubblicazione:venerdì 25 febbraio 2011

Foto Ansa Foto Ansa

NAPOLITANO PARLA DEGLI IMMIGRATI - Napolitano, di fronte alla possibile e imminente ondata migratoria, invita a non cedere ad vittimismi e allarmismi.

 

La situazione in Libia è sempre più convulsa. Si avvicendano notizie contrastanti sulla caduta di Tripoli e il rischio, tra gli altri, di un’ondata migratoria dalle Coste dell’Africa verso l’Europa, specialmente verso l’Italia, si fa sempre più pressante. A tal proposito è intervenuto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano invitando ad un atteggiamento cauto: «bisogna non cedere a vittimismi e allarmismi», ha detto il Capo dello Stato prima di lasciare Berlino. Napolitano ha ribadito, poi, «l'esigenza di una forte solidarietà per far fronte a questa emergenza, un'esigenza che non è solo dell'Italia o della Germania, paesi a cui non si chiede un particolare ruolo, ma di tutti». Secondo l’inquilino del Quirinale, «la dichiarazione congiunta dei ministri degli Esteri Frattini e Westerwelle va nella giusta direzione». Sulla necessità di una politica europea comune ha aggiunto: «Credo che sulla volontà di portare avanti una politica euromediterranea anche in tema di immigrazione ed asilo, che ha scarseggiato, quanto sta accadendo rappresenta una scossa talmente forte e brusca da permettere di superare le situazioni, attendismi, elusività ed ambiguità del passato».

 

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO


  PAG. SUCC. >