BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIBIA/ Gheddafi in esilio? Gli Usa possibilisti. Gli insorti si preparano all’attacco finale a Tripoli

Pubblicazione:

L'ombra di Gheddafi  L'ombra di Gheddafi

GLI USA NON ESCLUDONO L'ESILIO PER GHEDDAFI - Mentre gli Usa non escludono che Gheddafi possa andae in esilio, l'Europa opta per le sanzioni e Londra studia una No Fly zone 

 

 

 

Gli Usa non escludono che Gheddafi possa andare in esilio. Lo ha detto il portavoce della Casa Bianca, Jay Carney secondo il quale «tutte le opzioni restano sul tavolo, compreso l'esilio». Uno scenario, che laddove il Colonnello dovesse definitivamente cadere, rappresenterebbe per lui la migliore delle ipostesi; ma che configgerebbe con l’eventualità sempre più probabile di aprire, a breve, un’inchiesta presso la Corte penale internazionale (Cpi).

 

Nel frattempo, il commissario Ue all’energia, Gunther Oettinger, ha fatto sapere che il rais non controlla ormai più in principali pozzi di petrolio, mentre l’esercito Usa ha spostato vicino alla Libia la portaelicotteri d'assalto Kearsage con a bordo un contingente di oltre 1.800 marines, cinque caccia bombardieri a decollo verticale Harrier, 42 elicotteri CH-46 Sea Knight e sei SH-60F Seahawk.  E se da un lato l’Europa opta per le sanzioni, l’Inghilterra vuole stabilire una no-fly zone sopra il Paese e non esclude l’uso di forze militari.

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO 



  PAG. SUCC. >