BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EGITTO/ Lettera di Mikawi: la nostra unità sfida gli Usa e la doppiezza di Mubarak

Pubblicazione:giovedì 3 febbraio 2011

Un carroarmato tra i manifestanti (Foto: Ansa) Un carroarmato tra i manifestanti (Foto: Ansa)

 

A chi mi chiede che cosa accadrà in Egitto nei prossimi giorni, rispondo che nel nostro Paese in una settimana è cambiata ogni cosa. Anche se numerosi partiti politici, e lo stesso Mohammed ElBaradei, hanno dichiarato che venerdì prossimo sarà il giorno decisivo per il nostro futuro. Per questo stiamo tutti attendendo venerdì per sapere che cosa accadrà, anche se non sono in grado di immaginarmi in nessun modo gli sviluppi di oggi pomeriggio e di domani.

 

E, devo ammetterlo, le centinaia di migliaia di persone scese in piazza contro Mubarak si trovano di fronte anche a un enorme numero di egiziani che lo sostengono. Ma tutti sono accomunati dall’odio contro il fanatismo religioso, dal desiderio di un Paese civile dove ci sia spazio per tutti.

 

(testimonianza raccolta da Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
06/02/2011 - Educazione yankee (Pierpaolo Poldrugo)

"Per questo, potremmo arrivare a proporre di prendere tutti gli egiziani uno a uno, mandarli negli Stati Uniti per fornire loro un’educazione modello e poi rispedirli indietro nel nostro Paese." Non ci credo. In Cile, caso mai, per fare compagnia ai Palesitinesi (e fare posto agli israeliani).