BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TIBET/ Il Dalai Lama lascia il suo incarico politico. “Il capo del governo, eletto democraticamente”

Foto Ansa Foto Ansa

Nel novembre scorso, in un’intervista, aveva riferito che entro sei mesi avrebbe abdicato dal suo ruolo politico, sottolineando le oppressioni cui sono sottoposti i tibetani e il «profondo risentimento contro le politiche ufficiali».

 

Tenzin Gyatso aveva auspicato che si riprendesse a inviare delegazioni in Tibet per verificare le condizioni di vita di chi vi risiede, assieme a rappresentanti di organismi internazionali. La guida dei buddisti si era anche detto disposto a rinunciare allì’indipendenza del proprio Paese in cambio di una sostanziale autonomia. «Usa la bandiera della religione per coprire le sue attività secessionistiche», è stato il commento di Pechino alla decisione di ritirarsi, definendola «un trucco per ingannare la comunità internazionale».

 

© Riproduzione Riservata.