BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YOUTUBE TSUNAMI GIAPPONE/ Video – L’onda anomala ha investito una nave con 100 passeggeri

Pubblicazione:venerdì 11 marzo 2011

Le immagini dello tsunami in Giappone, foto Ansa Le immagini dello tsunami in Giappone, foto Ansa

LO TSUNAMI IN GIAPPONE – VIDEO - Le vittime dello tsunami che ha investito il Giappone, con un’onda anomala di dieci metri che si è abbattuta sulle coste di Sendai, secondo dati ufficiosi sarebbero già salite a  50.

 

Anche una nave passeggeri con un centinaio di persone a bordo è stata colpita dal violentissimo tsunami che si è abbattuto sulle coste del Giappone. Ancora incerto il numero delle vittime, anche se c’è chi parla di una cinquantina. L’onda anomala di dieci metri, che si è sviluppata in seguito a una scossa sismica di magnitudo 8.8, ha investito la costa di Sendai provocando ingenti danni e, solamente nella prefettura di Iwate, almeno 10 morti. Tra i dispersi ci sarebbero anche dei bambini risucchiati dal mare e vittime nella zona nord orientale del Paese e nella regione di Kanto. Secondo l’emittente Nhkm, alcune persone avrebbero perso la vita a Minami Soma, nella prefettura di Fukushima, dove secondo l'agenzia Kyodo i dipersi sarebbero 8. Nel frattempo le centrali nucleari sono state disattivate in via precauzionale, anche se il governo annuncia che non si sono verificate, attualmente, fughe di materiale radioattivo. L'Aiea, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, ha fatto sapere che sta raccogliendo informazioni per capire quale sia l’effettivo rischio di fuoriuscita di materiale contaminante.

 

Il Paese, nonostante sia all’avanguardia nella ricerca delle tecnologie antisismiche, si trova a fronteggiare una tragedia non prevedibile: «per quanto gli studi si stiano concentrando sempre di più per arrivare a una previsione quanto più possibile precisa in modo da sapere se uno tsunami si sta per abbattere o no, non è ancora possibile prevedere il suo reale svolgimento», ha dichiarato il professor Francesco Chierici dell'istituto di Radioastronomia e Scienze marine di Bologna, interpellato da Ilsussidiari.net. «Si pensi - ha aggiunto -  che in Giappone si lavora sul fenomeno tsunami sin dagli anni Venti. Quello che si può fare oggi è ricavare dalle caratteristiche del terremoto e da alcune fenomeni precursori di un possibile tsunami e cioè l'arrivo di onde anomale sulla costa, elementi sufficienti per dire che uno tsunami è in atto».

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER IL VIDEO DI YOUTUBE DELLO TSUNAMI IN GIAPPONE 


  PAG. SUCC. >