BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LETTERA/ 2. Cronaca di un pomeriggio spettrale, nel cuore di Tokyo

Pubblicazione:

Il tragico terremoto che ha sconvolto il Giappone, e il mondo  Il tragico terremoto che ha sconvolto il Giappone, e il mondo


Il vuoto della città comunicava lo stesso terrore dei volti delle persone del giorno prima. Intanto le notizie si susseguivano, spesso frammentarie e contrastanti, e iniziava a paventarsi lo spettro di un incidente nucleare per i danni della centrale di Fukushima, a circa 250 Km da Tokyo.

Domenica 13 mi incontrai con degli amici per passare insieme questi momenti di angoscia e seguire gli aggiornamenti minuto per minuto. La paura era tanta e purtroppo verso l’ora di pranzo le notizie fornite dai giornali esteri iniziarono a peggiorare rapidamente. Il numero di reattori nucleari a rischio sembrava aumentare.

Si parlava del rischio di piogge tossiche nei giorni successivi e si prospettava la possibilità di nuove forti scosse con conseguenti tsunami nei giorni successivi. Intanto le ambasciate di Francia, Svizzera e Germania iniziavano a consigliare ai connazionali di lasciare Tokyo, se possibile, per il rischio nucleare. Fu così che io con 7 amici decidemmo di partire verso Hiroshima, 900 Km più a sud di Tokyo, per monitorare a distanza le evoluzioni dei giorni successivi.

Il Giappone, nel mezzo della tragedia del sisma ancora in corso, riviveva, dopo 60 anni, la paura di un nuovo disastro nucleare e noi proprio ad Hiroshima trovavamo il nostro rifugio.

(Gabriele Di Comite)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.