BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIBIA/ Onu: "Sì ad attacchi per difendere la popolazione di Bengasi"

Pubblicazione:venerdì 18 marzo 2011

Foto Ansa Foto Ansa

LIBIA ONU ATTACCO IN DIFESA RIBELLI - L'Onu ha dato l'autorizzazione ad attacchi aerei per difendere la popolazione di Bengasi, in pratica in sostegno dei ribelli anti Gheddafi.

Il quale negli ultimi giorni ha scatenato una violenta controffensiva per riprendere il controllo dei territori passati all'opposizione. In particolare le truppe lealiste minacciano gli insorti di Bengasi, centro della ribellione. Con dieci voti a favore e cinque astensioni il Consiglio di Sicurezza ha approvato la risoluzione 1973: immediato cessate il fuoco, no fly zone sui cieli di Libia, autorizzazione al ricorso di ogni mezzo necessario per proteggere i civili in particolare nella zona di Bengasi. In chiare lettere: no all'invio di truppe di terra di occupazione, ma sì all'uso di forze aeree che bombardino le truppe del colonnello Gheddafi. Francia e Inghilterra sono pronte a mandare i propri aerei. Probabile il sostegno di alcuni stati arabi. L'Italia offre le sue basi aeree ma non manderà i propri velivoli. Hanno votato sì alla risoluzione Bosnia, Gabon, Nigeria, Sudafrica, Portogallo, Colombia e Libano. Astenzione di Mosca e Pechino assieme a Germania, India e Brasile.



CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DEI PROSSIMI ATTACCHI ALLA LIBIA


  PAG. SUCC. >