BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DISASTRO GIAPPONE/ Segnali di miglioramento. La centrale di Fukushima sarà disattivata

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

LA SITUAZIONE IN GIAPPONE - In Giappone, benché la situazione rimanga estremamente grave, ci sarebbero alcuni segnali di miglioramento. La centrale di Fukushima, in ogni caso, sarà disattivata

 

 

In Giappone si aggrava il bilancio delle vittime del terremoto e dello tsuami: i morti accertati dalla polizia nazionale sono 8.450, 12.931 i dispersi. Si ipotizza,  tuttavia, che nella sola prefettura di Miyagi le vittime possano essere 15mila. Gli sfollati, invece, sono 360.000. Nel frattempo nella centrale di Fukushima, dopo il ripristino dell’impianto di raffreddamento di emergenza, i reattori son in fase di «stabile arresto».

 

La situazione mostrerebbe in generale segnali di miglioramento: «nel corso delle ultime 24 ore qualche sviluppo positivo c'è stato», ha dichiarato un portavoce dell'agenzia Onu di controllo, Graham Andrew, aggiungendo che, «nel complesso la situazione rimane molto grave». Nei dintorni della centrale si sono rilevate tracce di radioattività in piante nate di recente, ma non vi sarebbero stati innalzamenti nel resto del Paese. Nei pressi della centrale, a 500 metri e nord del secondo reattore, è stata registrato un livello d'esposizione radioattiva di 2.625 Microsievert per ora, mentre ieri era di 3.443 Microsievert per ora.

 

In mattinata, il presidente della Tepco, la società elettrica che gestisce la centrale, ha pianto in pubblico, dicendosi dispiaciuto per i danni che l’impianto sta provocando. A quanto rivela il Wall Street Journal, nei reattori in cui era in corso la fusione del nocciolo, sono stati rallentate volutamente le operazioni di raffreddamento con acqua di mare per salvare tutto quello che ancora si poteva salvare degli impianti.

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO 


  PAG. SUCC. >