BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIAPPONE/ Fumo dai reattori 2 e 3. Ignoti i motivi. Sale l’allarme per i cibi contaminati

Pubblicazione:lunedì 21 marzo 2011

Foto Ansa Foto Ansa

LA SITUAZIONE IN GIAPPONE - In Giappone l’allarme nucleare non cessa. Esce del fumo dai reattori 2 e 3, per motivi ignoti, mentre cresce l’ansia per i cibi contaminati.

 

 

Continua a destare serie preoccupazioni la situazione in Giappone, dopo che l’11 marzo un sisma di magnitudo 9, ha provocato lo tsunami di enormi proporzioni che ha investito le coste del nord-est nipponico.

 

 

Nonostante ieri l’Agenzia internazionale per l’energia atomica avesse parlato di timidi segnali positivi, oggi l’allerta rimane ai massimi livelli. In particolare, preoccupa la situazione del reattore 2, dal quale sta uscendo del fumo grigiastro mentre nel 3, a causa dell’ennesimo aumento della pressione e di fuoriuscita di fumo, si è resa necessaria un’evacuazione. Non si conoscono, tuttavia, i motivi esatti della fuoriuscita di fumo.

 

 

E se da un lato non sono stati registrati significati aumenti della radioattività, dall’altro l’Organizzazione mondiale della sanità ha giudicato grave la contaminazione del cibo, molto più grave di quanto si ritenesse all’inizio quando si credeva che l’area interessata non andasse oltre i 30 chilometri quadrati. Nonostante le rassicurazioni del governo giapponese, i paesi vicini iniziano a temere per la contaminazione di acqua, verdura e latte. Nella prefettura di Fushima, in particolare, è stata proibita la vendita di latte, mentre in una vicina quella di spinaci. In altre quattro prefetture, poi, è stato proibito il commercio di alcuni generi vegetali.

 

 

Sale a 8.649 il numero dei morti accertati, 4.080 dei quali sono stati identificati, Sono, invece, a 13.262 quello dei dispersi, mentre si calcola che il disastro che ha colpito costerà all'economia nipponica 235 miliardi di dollari, circa 165 miliardi di euro, l’equivalente del 4% del suo Pil.

 

 

Leggi anche: GIAPPONE/ Quale posto ha l'uomo e quale Dio in questa tragedia?



© Riproduzione Riservata.