BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIBIA/ Un Paese senza istituzioni, dominato dalle tribù. Quali scenari per il dopo-Gheddafi?

Pubblicazione:lunedì 21 marzo 2011

Foto Ansa Foto Ansa

E’ anche possibile che una «volta raggiunto l’obiettivo, le potenze della coalizione potrebbero, pertanto, decidere di limitare la loro presenza nel territorio rafforzando», affidando alla Lega araba e all’Unione africana un ruolo preponderante di mediazione».

 

Qualunque  cosa accada, resta da comprendere, in conclusione, se sarà necessario mantenere a tutti i costi l’unità territoriale della Libia o se non sia meglio prendere atto del fatto che Tripolitania e Cirenaica «sono realtà diverse  dal punto di vista storico, tribale, religioso e la loro fittizia unità è stata  una  costruzione del colonialismo, mantenuta, poi, dalla dittatura di Gheddafi».

 

Resta il fatto che «a differenza di quanto accaduto per le altre azioni militari poste in essere da potenze occidentali in modo più o meno unilaterale, oltre alla risoluzione dell’ONU, c’è l’appoggio della Lega Araba e il sostegno di molti Stati dell’area». Questo è l’elemento sul quale puntare per dirimere, al termine del conflitto, la questione libica.  

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.