BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

FECONDAZIONE ASSISTITA/ Inghilterra, apre la prima clinica di fecondazione per sole coppie gay

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

"Qui basta pagare, e puoi scegliere online o direttamente sul posto i donatori di seme da cui avere un figlio. Ma il problema è un altro, visto che in Inghilterra la legge permette tutto ciò". Quale? "Il problema è che a noi stanno a cuore i diritti dei bambini prima di tutto. Dobbiamo mettere in primo piani i loro, di dritti, non quelli degli adulti. Non sta a un adulto decidere se il bambino abbia diritto o meno a un padre o a una madre. Noi sappiamo benissimo quello che la natura ha deciso per i bambini". Ma l'uomo comune, il cittadino della strada, in Inghilterra, che opinione ha di tutto questo?

"Molta gente in Inghilterra è ancora legata a dei valori precisi. Se parli con le persone ti rendi conto che ancora un numero molto grande di persone la pensa così, cioè ritiene che il diritto naturale del bambino sia quello di avere un padre o una madre. Queste sono leggi imposte da una elite che non si cura di quello che pensa la maggioranza delle persone. Esiste ancora tra i cittadini inglesi una coscienza ragionevole che sa che il bambino ha diritto a un'ideale completo e non all'ideale dell'approssimativo come cercano di far passare i gay. Se dici che non hai bisogno di un padre ha fatto una discriminazione, questa è la verità. Lo stesso se dici che il ruolo della mamma non conta: è una discriminazione. Ecco la battaglia che dobbiamo fare per cambiare le leggi che in Europa stanno prendendo sempre più piede".

© Riproduzione Riservata.