BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UK/ Padre dice alla moglie «Hai dieci secondi per dire addio a tua figlia», poi la uccide

Pubblicazione:giovedì 3 marzo 2011

Il fiume Avon a Evesham Il fiume Avon a Evesham

UOMO SUL LASTRICO – Come scrive il quotidiano Daily Mail, il procuratore Graham Reeds ha dichiarato di fronte al Tribunale della Corona di Birmingham che la vita di Grady all’epoca era «impossibile da dipanare». I suoi problemi finanziari facevano sì che non fosse in grado di pagare l’affitto ed era sostanzialmente senza fissa dimora. Una difficoltà che sarebbe stata resa più acuta dal fatto che l’uomo doveva versare una parte del suo stipendio per pagare gli alimenti alla moglie. Kim gli ha quindi detto che non gli avrebbe più permesso le visite serali ai bambini fino a quando non si fosse procurato una casa più stabile, e questo aveva gettato l’uomo nello sconforto.

 

«NON LI RIVEDRAI PIU’» - L’11 febbraio 2010, il giorno della tragedia, Grady, originario della cittadina inglese di Evesham, nel Worchestershire, doveva occuparsi di Ryan e Gabrielle, due dei suoi cinque figli. Quando Smith si è resa conto che l’ex marito non li aveva portati a scuola, gli ha telefonato e ha iniziato a litigare con lui. E Grady le avrebbe risposto che Ryan e Gabrielle non sarebbero mai più andati a scuola. Un minuto più tardi l’uomo si è presentato a casa dell’ex moglie con i bambini sull’auto e le ha detto: «Questa è l’ultima volta che li vedrai. Stanno per morire». Il procuratore Reeds ha dichiarato di fronte al giudice: «Christopher ha detto a Kim che aveva dieci secondi per dire loro addio. Nella memoria della donna è rimasto impresso che l’uomo gridava la parola “fiume”, poi lui ha premuto sull’acceleratore. Lei ha cercato, senza riuscirci, di afferrare la portiera per aprirla e fare uscire i bambini dall’auto».


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >

COMMENTI
04/03/2011 - Senza giudizio, non c'è liberazione! (Elisabetta Villa)

A me i fatti non bastano, c'è bisogno di qualcuno che aiuti capire cosa c'è sotto sotto nel cuore dell'uomo anche dopo un fatto del genere!