BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

JULIA GILLARD/ Il primo ministro ateo che legge la Bibbia ed è contro l'eutanasia

Il caso del primo ministro australiano, Julia Gillard, ateo dichiarato ma che considera la Bibbia un libro fondamentale ed è contraria all'eutanasia

Il primo ministro australianoIl primo ministro australiano

Julia Gillard è il primo ministro australiano, leader del partito laburista. Si dichiara ateo e non credente, ma è un tipo di ateo un po' diverso dalla maggioranza. Lei, ad esempio, legge la Bibbia e lo considera un libro di importanza fondamentale.

Non sostiene la religione, dice, ma quello che siamo si è inevitabilmente formato e basato dalla Bibbia e quel libro è parte importante della nostra cultura. Non si può capire, aggiunge, la letteratura occidentale senza avere come chiave di lettura la storia biblica. Dice anche che è importante per tutti capire la propria storia alla luce della Bibbia. Personaggio brillante, la Gillard ha anche avuto l'idea di sfidare il suo rivale in politica Tony Abbott leader dell'opposizione e cattolico praticante nonché ex seminarista, a una gara a chi sa recitare più versi della Bibbia a memoria. Ma non è la sola dichiarazione sorprendente da parte di un ateo. Ancor più significativo, visto il dibattito in corso ormai in tutto il mondo occidentale, è il suo parere sull'eutanasia. Dice Julia Gillard: "La politica dei pro eutanasia non è mai riuscita a soddisfare, a offrire sufficienti garanzie".