BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CALIFORNIA/ Progetto di legge per cancellare una città dove vivono 90 persone

L'autore della proposta, John A. Pérez L'autore della proposta, John A. Pérez

ACCUSE DI CORRUZIONE - Infatti, i pochi che abitano in città e che hanno diritto di votare per le cariche locali sono dipendenti o proprietari delle principali attività commerciali della zona. A ciascuno di loro quindi conviene non contrastare i consiglieri comunali, perché ciascuno di loro rappresenta una relazione importante. Leonis Malburg è stato per cinquant’anni di fila il sindaco di Vernon e si è dovuto dimettere perché accusato di corruzione. I suoi due successori più recenti hanno avuto anche loro vicissitudini giudiziarie, uno per aver speso i soldi della città per benefici personali, l’altro per conflitto d’interessi e appropriazione indebita di fondi pubblici. Vernon riesce ad attirare gli imprenditori grazie a imposte locali molto basse per le imprese.

 

INCENTIVI PER L’ELETTRICITA’ - Non avendo particolari spese per i servizi pubblici, in quanto i cittadini sono pochissimi, la città riesce a mantenere i conti in ordine. A farne le spese sono le città vicine, che si devono occupare di decine di migliaia di abitanti, ma di poche aziende, perché i loro cittadini vanno poi a lavorare a Vernon. Diventando una città non incorporata, i titolari delle ditte dovrebbero affrontare regimi di tassazione più alti e dovrebbero rinunciare ad alcuni incentivi per l’utilizzo dell’energia elettrica, e questo non risulterebbe gradito a chi ha il potere a Vernon.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.