BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. L’esperto francese: dall’Iraq alla Libia, le "crociate" occidentali fanno disastri

Pubblicazione:martedì 19 aprile 2011 - Ultimo aggiornamento:martedì 26 aprile 2011, 20.22

Ajdabiya colpita da un missile Ajdabiya colpita da un missile

Innanzitutto, i fattori religiosi sembrano meno importanti che nel 1978. Dopo il collasso del dispotismo occidentalizzato, ci possiamo attendere un ritorno delle vecchie élites, tra cui gli ulema. Il clero sciita si è dimostrato un elemento di stabilità sociale, aiutando a evitare la rottura della solidarietà. Cosa accadrebbe se leader islamici radicali sottraessero la guida alle élites tradizionali? Ci si potrebbe aspettare una più forte resistenza contro questa radicalizzazione da parte dei giovani istruiti che pensano a una società laica, ma cosa farebbe la massa se dovesse scegliere tra un sistema occidentalizzato e un modello di vita orientato più tradizionalmente?

In una precedente intervista lei ha dichiarato: “Dobbiamo fare attenzione a non supportare dei tentativi dall’esterno che possono solo delegittimare il movimento” di protesta in Iran. Pensa lo stesso anche per il sostegno fornito dall’Occidente ai ribelli in Libia?

Gheddafi ovviamente usa questo intervento per delegittimare la rivolta contro il suo regime. Se i Paesi arabi, in particolare Tunisia ed Egitto, dessero un appoggio maggiore, questa solidarietà sarebbe meglio accettata e sarebbe meno dannosa per la costruzione politica del futuro.

Che cosa ne pensa del sostegno dato da Ahmadinejad ai manifestanti del Bahrain che chiedono democrazia?

Ahmadinejad utilizza i legami tradizionali della solidarietà religiosa e fa attenzione a non dare l’impressione che l’Iran voglia sottrarre questo pezzo di terra, araba, alla sovranità araba. La parola “democrazia” è chiaramente uno strumento di propaganda: in questo caso è giustificata dal trattamento non equo della maggioranza sciita da parte della monarchia sunnita. La posta può essere anche più ambiziosa, e cioè la destabilizzazione della Arabia Saudita, dove la democrazia è assente, le donne non hanno diritti e gli sciiti sono oppressi.

(Pietro Vernizzi)




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.