BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VIA CRUCIS/ Da Chicago a NYC e LA, un "fiume" dietro la Croce tra Brooklyn e Ground Zero

Pubblicazione:domenica 24 aprile 2011 - Ultimo aggiornamento:lunedì 25 aprile 2011, 14.15

Via Crucis a Chicago Via Crucis a Chicago

CHICAGO - Oggi è stata una tipica “Chicago style”.
La Via Crucis attraverso la City di Chicago è partita alle 9 di mattina dalla Daley Plaza (sede del comune, nel cuore amministrativo e finanziario della città).
Nonostante la pioggia, vento, 30F come ampiamente previsto ci siamo ritrovati in circa 200 a seguire la croce insieme a Fr Luca Brancolini, della Fraternità sacerdotale San Carlo.
Come sempre c’è un po’ di esitazione, e la pioggia si intensifica proprio all’ora della partenza. Per questo si vive il momento con grande tensione, nel desiderio di seguire la croce ma anche intimoriti dalle circostanze atmosferiche decisamente avverse. Poi si parte e mentre porto la croce intravedo i volti degli amici del servizio d’ordine che mi indicano la strada e così un poco alla volta il passo diventa sempre più sicuro e deciso. Si può camminare con certezza solo nella compagnia di chi lo ha incontrato.
La processione continua attraverso il cuore della città fermandosi davanti al JR Thompson Center che ospita gli uffici dello State of Illinois, la Veteran Memorial Plaza lungo il Chicago River e raggiunge Michigan Avenue, la via dello shopping Downtown Chicago. Mentre nelle prime due stazioni si incontravano frettolosi businnessmen, adesso ci imbattiamo in famiglie e high school students in spring break. Nessuno però può ignorare la Way of the Cross che passa. Alcuni voltano la testa dall’altra parte, altri si fanno il segno della croce. “Ah, it’s Good Friday today” (“è venerdì santo, oggi”) si sente dire più di una volta.
Ci fermiamo alla Water Tower Plaza, davanti all’unico edificio sopravvissuto all’incendio del 1871 che ha distrutto Chicago. Alcuni si sono arresi al freddo, ma altri si sono uniti lungo la strada. E facile essere catturati dal fascino della ordinata processione dietro la croce, dalla bellezza dei canti e dalle letture di Fr Giussani, Paul Claudel, Charles Peguy e dalle meditazioni di Fr Luca. Tutto quello che è chiesto è di seguire, oggi nella via crucis, domani al lavoro o a casa.


  PAG. SUCC. >