BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Il Wikileaks dell’hard rivela l’identità di 23mila attori e attrici

Porn Wikileaks svela l'identità di più di 23mila attori o ex attori hard, rischiando di compromettere la vita di chi si è dedicato a tale attività in un periodo limitato della propria vita.

Il logo di Pornwikileaks Il logo di Pornwikileaks

WIKILEAKS E LA PRIVACY - Il sito Porn Wikileaks svela l'identità di più di 23mila attori o ex attori dell’industria dell’hard, rischiando di compromettere la vita di chi si è dedicato all’attività in un periodo limitato della propria vita. E’ online un Wikileaks in versione hard. Non nel senso che le rivelazioni contenute si promettono ancor più scottanti di quelle che nei mesi scorsi hanno fatto il giro del mondo, ma perché, letteralmente, riguardano il mondo dell’hard. Si  tratta di Porn Wikileaks. Non ha nulla a che fare con il creatore dell’originale, Julian Assange, e non é escluso che sortisca effetti altrettanto devastanti di quelli prodotti dalle rivelazioni contenute nelle migliaia di cablet spediti tra le diplomazie di mezzo mondo, intercettati e diffusi dal sito. Anzi, forse ben più devastanti.

Il contenuto dei cablogrammi di Wikileaks, infatti, nonostante le minacce di sovvertimento dell’ordine mondiale, lasciò i più indifferenti, riportando ben poco al di là del già noto. Porn Wikileaks, invece, provocherà sconquassamenti nelle vite di migliaia di persone reali. Rivela infatti i nomi veri di chi lavora o ha lavorato come attore o attrice nell’industria pornografica. I nomi contenuti nell’archivio sono già 23mila e solouna percentuale irrisoria di questi sono attori o attrici professionisti.