BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NUCLEARE GIAPPONE/ Fukushima, iodio 7,5 milioni di volte oltre la norma nelle acque di fronte al reattore n. 2

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

L'ACQUA RADIOATTIVA IN MARE - In mare, di fronte al reattore numero 2, a causa del riversamento di acqua radioattiva, è stata rilevata una concentrazione di iodio 131 pari a 7,5 milioni di volte oltre la norma

La Tepco ha iniziato il riversamento in mare di 11500 tonnellate di acqua radioattiva ad un livello 100 volte superiore al consentito. Si tratta del liquido riversato per raffreddare il reattore e l’operazione si è resa necessaria per far posto all’acqua, ancor più contaminata, che sta uscendo da una falla della turbina del reattore numero 2 e poterla quindi conservare in condizioni di maggiore stabilità. La società elettrica che gestisce l’impianto  ha già riversato 3.430 tonnellate di acqua contaminata in mare. Questo, seppur proteggerà le aree lontane dall’impianto, provocherà svariati danni e mutazioni all’ecosistema marino della regione per anni.

Il ministro dell'Industria giapponese Banri Kaiedam ha riferito che l’acqua riversata in mare non provocherà rischi per la salute dei cittadini. Contestualmente la Tepco, su forte pressione del governo, sta compiendo ogni sforzo per saturare la falla del reattore numero 2, dove le barre di combustibile si sono parzialmente fuse. Alcuni esperti, il due aprile, hanno prelevato dei campioni di acqua radioattiva di fronte al reattore numero due, rilevando una concentrazione di iodio-131 pari a 7,5 milioni di volte oltre la norma.


  PAG. SUCC. >