BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ C'è un piano dell'Ue per "espellere" Italia e Francia

Il Parlamento europeo (Foto Ansa) Il Parlamento europeo (Foto Ansa)

Frontex ha il compito di coordinare la cooperazione operativa tra gli Stati membri in materia di gestione delle frontiere esterne. Quello che va denunciato è che molti governi oggi si sottraggono alla partecipazione a Frontex che, è utile ricordarlo, dipende dai contributi e dalle forze che gli stati membri mettono a disposizione. Se ne sottrae purtroppo anche Lady Ashton, che dovrebbe lavorare rapidamente per la conclusione di accordi con paesi come la Tunisia.

Non stupiamoci allora se la Danimarca arriva ad annunciare l’imminente sospensione del Trattato di Schengen per quanto riguarda i propri confini nazionali. Un’iniziativa da censurare, ma che è il segno evidente di un malessere diffuso tra gli Stati membri. Il problema dunque non è tanto l’integrazione degli immigranti regolari, che sta invece alla base dell’Unione europea, ma l’attenzione a non lasciare l’iniziativa a chi sfrutta le paure dei cittadini per rivoltare le decisioni dell’Europa.

Deve essere chiaro a tutti che dietro al problema immigrazione e all’emergenza umanitaria si cela una questione che è innanzitutto politica: noi siamo assenti per quanto concerne una strategia verso i paesi del sud del Mediterraneo.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
13/05/2011 - se i politici. . . (Fabrizio Terruzzi)

se i politici (non solo italiani ma europei in generale) fossero dotati di un minimo di intelligenza, cosa che notoriamente non hanno, altrimenti farebbero un altro mestiere, avrebbero già capito che chi arriva a Lampedusa non pensa di sbarcare in Italia quanto in Europa ovvero nella sua punta più meridionale. Che ci sia o meno Schengen poco cambia: in un modo o nell'altro i clandestini troveranno sempre modo di valicare le frontiere e solo i signori politici di cui sopra si illudono che ciò possa non accadere.