BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

STATI UNITI/ Obama, piano di aiuti per il mondo arabo

Foto AnsaFoto Ansa

Nel discorso di Obama, le congratulazioni per le proteste non violente e il richiamo agli altri leader della regione ad ascoltare la voce dei loro popoli. Il riferimento è particolarmente indirizzato a Siria e Yemen dove fino a oggi si è proceduto con la repressione. Nel progetto del presidente americano saranno coinvolte la Banca europea per lo sviluppo, la Banca mondiale, il Fondo monetario internazionale e la Banca africana per lo sviluppo.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
19/05/2011 - Timeo Danaos... (Francesco Giuseppe Pianori)

"Timeo Danaos et dona ferentes", dicevano i Romani. I Greci erano ai loro occhi poco affidabili anche quando portavano doni. C'è qualcosa che non mi convince in questa proposta di Obama, diciamo così "a pelle". Tutta l'Amministrazione Americana attuale non la sento sincera. Non credo che il Presidente degli Stati Uniti voglia attuare una sorta di Piano Marshall per il mondo arabo; mentre lo vedo sempre più succube delle scelte e della politica dell'Arabia Saudita. Mi dispiace dirlo e spero vivamente di sbagliarmi: mi appare più come un traditore che come un benefattore. Sta svendendo l'America e l'Europa, fra l'altro ad un prezzo da saldi.