BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BIN LADEN MORTO/ Il Pentagono voleva ucciderlo, non catturarlo

Pubblicazione:lunedì 2 maggio 2011

Foto Ansa Foto Ansa

IL PENTAGONO VOLEVA UCCIDERE BIN LADEN - Lo scopo del Pentagono, rivela la Difesa Usa stessa, non era la cattura di Osama Bin Laden, ma la sua uccisione. Il test del Dna conferma: lo sceicco del terrore è morto.  

 

 

L’America è in festa. Bin Laden è stato ucciso. Quando ieri sera il presidente Obama ne ha dato l’annuncio, la folla si è riversata spontaneamente in strada, riempiendo Ground Zero, la piazza dove un tempo sorgevano le Torri Gemelle distrutte dall’attentato terroristico più imponente della storia, opera dello sceicco freddato ieri sera. A ucciderlo sono state le forze speciali Usa – un’unità di 14 Navy Seals, le forze speciali d'elite della marina militare americana – che hanno agito di concerto con l’intelligence pakistana. L'operazione, effettuata nella città di Abbottabad, poco distante dalla capitale Islamabad, sarebbe durata solo 15 minuti.  «Giustizia è stata fatta», ha commentato Obama. Del resto, rivela il Pentagono che l’obiettivo era proprio quello di far fuori Bin Laden. Pare che l’ordine non fosse quello di prenderlo “vivo o morto”, ma “morto”. Scopo della missione, quindi, non era la sua cattura, ma la sua uccisione. Una fonte del Pentagono sentita dalla Cnn rivela che la missione era una "kill operation". 


  PAG. SUCC. >