BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Esteri

LIBIA/ Le minacce di Gheddafi all'Italia "aiutano" i terroristi e spaventano Israele

Bombardamento in Libia (Ansa)Bombardamento in Libia (Ansa)

Nel Golfo Persico nel frattempo la situazione appare ancor più delicata: Iran e Arabia Saudita continuano ad accusarsi reciprocamente su chi stia realmente pilotando le proteste in Bahrein. L’invio delle truppe saudite nel Paese retto da una minoranza sunnita ha reso sempre più evidente l’isolamento iraniano rispetto a propri vicini del Gulf Cooperation Council (GCC).
In Yemen il regime filo-occidentale di Saleh resta al potere: il recente tentativo di mediazione da parte dei Paesi del GCC tra Saleh e i manifestanti che da tre mesi vengono massacrati per le strade, è fallito. Il piano prevedeva l’immunità per il presidente yemenita in cambio delle sue dimissioni. Saleh ha però rifiutato. Il Paese è ormai un rottame e l’unica soluzione sembrerebbe la prosecuzione delle trattative tramite intermediari arabi.

Luca Gambardella, analista di Equilbri.net


© Riproduzione Riservata.