BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MANOVRE/ La nuova Pax di Obama e Cameron che "dimentica" l'Europa

Il discorso pronunciato ieri a Londra dal presidente americano Barack Obama in visita in Gran Bretagna apre una fase nuova, sulla quale l’Ue dovrebbe riflettere. Il punto di ROBI RONZA

Barack Obama insieme a David Cameron (Ansa) Barack Obama insieme a David Cameron (Ansa)

Con il solenne e importante discorso pronunciato ieri a Londra dal presidente americano Barack Obama dinnanzi al parlamento britannico riunito a Westminster in seduta congiunta, si è compiuta una rapida sequenza di eventi politici di prima grandezza destinati ad influire a fondo sul processo di pace nel Vicino e Medio oriente, insomma sul Levante; non però necessariamente in senso positivo.

Il primo di questi eventi è stato il discorso con cui lo stesso presidente Obama ha annunciato la scelta di Washington di scendere in campo a fianco della “primavera araba”, ossia dei movimenti giovanili da cui viene in diversi paesi arabi quella spinta verso la democratizzazione e l’ammodernamento che ha già condotto in Tunisia e in Egitto alla caduta dei presidenti-dittatori Ben Ali e Hosni Mubarak. Il secondo è stato il discorso con cui, parlando a Washington al Congresso degli Stati Uniti, il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha apertamente respinto il piano di Obama per una soluzione dell’annoso conflitto israelo-palestinese. Il terzo è appunto il discorso di ieri a Westminster con cui il presidente americano, attingendo alla storia e citando Churchill, ha riaffermato l’importanza della “relazione speciale” (special relationship) che lega gli Stati Uniti alla Gran Bretagna ribadendone con forza la validità anche nel tempo presente. Consiglio a chi legge l’inglese di andarselo a vedere, ad esempio sul sito BBC news che lodevolmente lo pubblica in versione integrale. In nome della “relazione speciale” Obama invita Londra ad affiancare Washington nel suo proposito di costruire una nuova pax mediterranea nel contesto che la “primavera araba” sembra annunciare.