BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TURCHIA/ Bomba a Istanbul: otto feriti. Si segue la pista dei separatisti curdi

Pubblicazione:giovedì 26 maggio 2011

Foto Ansa Foto Ansa

L’ATTENTATO IN TURCHIA - Tra poco più di due settimane, il 12 giugno, ci saranno le elezioni presidenziali, in Turchia. Intanto, non si ferma la scia di sangue e violenza che da diverso sta attraversando il Paese. Un mese fa è stato effettuato un sanguinoso attentato alla scorta del presidente Erdogan, l’altro ieri è stato ritrovato un ordigno artigianale, costituito da una cospicua quantità di esplosivo sotto un ponte ubicato nel sud est del Paese. Oggi è esplosa una bomba in un quartiere residenziale e ricco di negozi di Istanbul (vi si trova il centro commerciale Akmerkez), a Etiler, accanto ad una stazione dei bus. Ci sarebbero, secondo le prime fonti, otto feriti: sette civili e un poliziotto. Pare che l’obiettivo degli attentatori fosse la vicina accademia di polizia. L’ordigno è stato posizionato all’interno di un cassonetto dell’immondizia, sotto un ponte – il che ne ha limitato gli effetti -  ed è stato fatto detonare intorno alle 9 locali, le 8 in Italia. Il quartiere, per timore che si potesse verificare un secondo attentato, è stato fatto evacuare. La zona è abitata prevalentemente da curdi, l’insurrezione dei quali ha provocato, dall’84, più di 40mila morti. 


  PAG. SUCC. >