BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LIBANO/ Ucciso un soldato italiano. Un altro è gravissimo

Pubblicazione:venerdì 27 maggio 2011

Foto Ansa Foto Ansa

LIBANO: UCCISO UN SOLDATO ITALIANO - E’ stato ucciso, in Libano, un soldato italiano. Altri 4, sempre italiani, sono rimasti feriti. Uno di loro si trova in condizioni gravissime. Presenti nel Paese con la missione Unifil delle Nazioni unite, si trovavano su un mezzo blindato quando sono stati investiti da un’esplosione. Un ordigno è stato fatto scoppiare al loro passaggio. L’episodio è avvenuto a circa 40 km a sud di Beirut, nei pressi del fiume, Awwali mentre il veicolo sul quale viaggiavano era diretto a Sidone. In precedenza la tv satellitare Al Arabya aveva riferito che erano due i soldati che avevano perso la vita. Un portavoce della missione ha detto espressamente che si tratta di un attentato. L’ordigno è deflagrato nel giorno in cui l’Onu celebra i propri peacekeeper defunti in missione nel mondo.  Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha espresso «dolore» e «profondo cordoglio». Poi, ha riferito che «l'Italia è vicina ai suoi militari» impegnati nella missione Unifil ai quali «dobbiamo un contributo decisivo alla stabilità in una delle aree più sensibili della regione mediorientale». Rivolgendosi ai familiari, ha espresso la «vicinanza più sincera e la commossa ammirazione verso chi ha dato la vita per onorare il proprio Paese in una missione di pace», e ha augurato «pronta guarigione ai feriti». La missione nella quale il militare ha perso la vita vede l’Italia in prima linea con un contingente militare costituito, complessivamente, considerata anche la componente navale, da 1.780 uomini. 


  PAG. SUCC. >