BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BIN LADEN/ Obama: "Non renderemo pubblica la foto del cadavere"

Non verranno rese pubbliche le foto del cadavere di Osama bin Laden. Lo ha annunciato il presidente degli Stati Uniti. Metterebbero a rischio la sicurezza nazionale americana

Foto Ansa Foto Ansa

Il presidente degli Stati Uniti, dopo giorni di tira e molla, ha deciso: non sarà resa pubblica la foto del cadavere di Osama bin Laden. La decisione è mutuata dal contenuto giudicato troppo forte delle immagini, ma soprattutto per paura di offendere la suscettibilità dei gruppi fondamentalisti islamici che avrebbero una scusa in più per minacciare ritorsioni e attentati.

Certo è che il non pubblicare le foto che documentano l'uccisione del leader di Al Qaeda fomenterà anche le polemiche di quanti giudicano tutto una messa in scena del governo americano, una occasione per fare propaganda senza fornire le prove di quanto annunciato. Altre foto, diffuse dall'agenzia Reuters, però sono finite in Rete. Sono quelle di due degli "angeli neri", le guardie del corpo di Osama, freddate durante l'assalto nella sua abitazione. Foto che documentano la violenza di quanto accaduto in quella casa la notte del primo maggio scorso e scattate da ufficiali dell'esercito pachistano arrivati sul luogo dopo che il corpo di big Laden era stato già portato via. Emergono anche nuovi particolari, ad esempio sembra che bin Laden fosse stato in procinto di fuggire dal suo rifugio pachistano, forse allertato da voci che annunciavano l'imminente arrivo degli americani.

Mentre una figlia di Osama, presente nella casa, dichiara che suo padre era stato arrestato inerme e disarmato e poi freddato dagli agenti speciali americani. Oltre ai quattro uomoni di bin Laden, nel raid è rimasto ucciso anche un figlio del terrorista, considerato il suo delfino. Il suo e quello dle apdre sono gli unici cadaveri protati via dagli americani dopo il raid.  Osama, al momento dell'irruzione, aveva con sé 500 euro e un foglietto con due numeri di telefono cucito nei vestiti.